“Ogni mattina apro gli occhi e so che anche quel giorno mi riserverà un incontro, una parola, un sorriso, una carezza al cuore. E una nuova avventura.”
Sono sempre stata un po’ veggente con la mia vita, di avventure ne ho vissute tante, belle e brutte, ma quella che sto vivendo ora merita un capitolo a parte.
Un caldo giorno di giugno ha bussato alla mia porta un ospite inatteso: il cancro.
Da allora il mio quotidiano ha assunto nuove tonalità.
Nessuna guerra, ma al contrario più vita: tenacia e sorriso, anche “da vendere”.
Ecco perché continuo a scrivere, ad ammirare la natura e l’arte, a onorare la vita vivendola atuttotondo. A divertirmi con il mio look perché i miei occhi hanno bisogno di sorprese.
Ripetevo sempre a me stessa che "la cura sono io", ebbene oggi è nata l'associazione culturale che si chiama proprio così e che vuole "progettare bellezza, nonostante", grazie anche ai “cappelli ad arte”. Una linea di copricapi, nati mentre ero in chemioterapia, che mettono in luce, in modo artistico e originale, la persona che vive l’esperienza del cancro. Un progetto che ogni giorno riserva grandi sorprese coinvolgendo tutta la mia vita.
“Ogni mattina apro gli occhi e so che anche quel giorno l’amore, che dò e che ricevo più cospicuo che mai, mi aiuterà a sconfiggere quelle maledette cellule cancerogene.”
 

 

Selezionati per voi

Il cuore in testa arriva a Milano!

leggi
PREMIO VICTORIA
La fascia del cuore
IEO per le donne 2017
APEO Associazione Professionale di Estetica Oncologica
Belle, comunque: donne che combattono la malattia anche con moda, fotografia e trucco (per scoprirsi più forti)

leggi